Elena Galimberti Bio

Mi chiamo Elena Galimberti e, dopo aver lavorato come architetto paesaggista in Portogallo, ho trasformato la mia passione in lavoro e, ora, sono una fotografa. Ho vissuto tra Lisbona e Milano “mappando” le città con il mio sguardo. Una visione d’impronta architettonica, ma attenta all’evoluzione sociale e alla vitalità degli spazi urbani. Alle luci e alle ombre che rendono concreta la materia, allo stesso tempo aprendo la porta della dimensione “interiore”. Fatta di particolari, emozioni, poesia e curiosità alla ricerca della vita quotidiana della città. Con l’esperienza di Expo Milano 2015 ho iniziato a dare vita a progetti sociali dedicati alla condivisione e all’aggregazione dove la fotografia è diventata lo strumento per raccontare in chiave positiva la città e l’umanità che la rende viva. Milano è la città che vivo e racconto ogni giorno.

MOSTRE

Milano città aperta”, Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo Da Vinci, Milano, 2020

Collettiva “UNTITLED”, Galleria Federica Ghizzoni, Milano, 2020

Altri sguardi” nella cornice dell’evento Milano Sweek (curatela di Stefania Bleve), Fabbrica del Vapore, Milano, 2019

On My Mi(la)nd” (curatela di Federicapaola Capecchi), Chiostri dell’Umanitaria, Banca Prossima, Spazio Chiama Milano, Spazio Seicentro, Trattoria AngoloMilano, Biblioteca Chiesa Rossa e Biblioteca Gallaratese, Milano, 2018/2019

CitAzioni”, Casa Museo-Spazio Tadini, Milano, 2018

PhotoMilano Mostra Collettiva n.1”, Casa Museo Spazio Tadini, Milano, 2017

 

elena galimberti, ritratto, milano, fotografa
Back to Top
Close Zoom